[...Io credo che con le Sonate di Beethoven ci si trovi di fronte ad un diario spirituale dell'artista, entro cui comunica tutte le sue gioie, angosce e perplessità. Esse lo accompagnano in ogni momento della sua vita, delle cui fasi esse sono vive rappresentazione, fino all'eroico "itinerarium mentis" dell'opera 111, commiato spirituale in cui egli perviene alla sublimazione nell'assoluto...]

Albenga Auditorium San Carlo